A practical handbook in therapy for children with severe Attachment Disorder

“Caro Lettore”

Nella pagina segnalata potrai trovare un capitolo del mio libro, tradotto nella tua lingua (Italiano, Inglese, Francese, Tedesco, Russo, Spagnolo, Olandese): puoi ordinare la versione in italiano, richiedendola direttamente all’editore (Giovanni Fioriti Editore): giovanni@fioriti.it

Come psicologo, ho lavorato per più di 20 anni con famiglie e bambini che hanno sofferto di gravi disturbi dell’attaccamento. Questo mio terzo libro ha come scopo principale quello di fornire risposte ed indicazioni pratiche su come sviluppare strategie di coping utili alla gestione e al trattamento di bambini con gravi disturbi dell’attaccamento (Disturbo dell’Attaccamento, Disturbo Reattivo dell’Attaccamento).

Se siete un familiare, un genitore adottivo o un professionista (insegnante, pedagogista, infermiere, medico, psicologo) e vi ritrovate per la prima volta ad affrontare un bambino con un simile disturbo, sappiate che questo libro è di facile lettura e che le indicazioni pratiche in esso contenute sono state testate e migliorate nel corso del tempo. Inoltre, nel libro ho descritto alcuni degli elementi teorici generali utili alla comprensione del Disturbo dell’Attaccamento, oltre che fornire linee guida per la pianificazione di interventi che consentano di far fronte ai problemi e alle sfide che tale patologia pone. Tenuto conto delle numerose difficoltà poste dai bambini con Disturbo dell’Attaccamento, in tali casi è importante avere punti di riferimento per la comprensione del disturbo, affinché si possa scegliere progetti individualizzati, pianificati per affrontare le contingenze che caratterizzano la condizione descritta. Per i professionisti che lavorano con famiglie adottive, potrebbe essere utile leggere l’articolo relativo alla terapia con bambini adottivi in età puberale.

Spesso c’è una scarsa conoscenza ed una insufficiente capacità di comprensione degli aspetti relativi alla diagnosi e al trattamento e ciò significa che anche i professionisti possono incorrere nell’errore di fare leva su metodiche che si rivelano improduttive nella soluzione di problemi legati a tale psicopatologia. Ciò accade perché il Disturbo dell’Attaccamento è piuttosto raro (Affligge approssimativamente il 3-4% della popolazione).
Le difficoltà descritte sembrano assumere un peso ancora più grande, quando i problemi di cui mi occupo si presentano negli asili o nelle scuole. In ogni caso, questo libro vi potrà aiutare a definire interventi quotidiani e a sviluppare una maggiore comprensione del disturbo.

I capitoli del libro si succedono seguendo lo sviluppo del bambino: si parte dalla vita perinatale, per arrivare fino all’adolescenza. Ciò vi consente di sviluppare una maggiore comprensione degli eventi tipici dello sviluppo e rende più semplice individuare descrizioni dei bambini/adolescenti con cui lavorate.

Per ciascuna fase dello sviluppo (prenatale, nascita, infanzia, età prescolare, ecc.), vi sono sezioni speciali dedicate alle diverse difficoltà, come ne “Il bambino adottato con Disturbo dell’Attaccamento” in cui si discute dei problemi dell’adozione; “Il bambino con Disturbo dell’Attaccamento in classe”, in cui vengono fornite informazioni dettagliate relativamente ai classici problemi di apprendimento e a come organizzare l’ambiente; “Il bambino con Disturbo dell’Attaccamento e problemi legati alla sessualità”, capitolo che descrive i comportamenti sessuali inibiti o immaturi.
Troverai, inoltre, informazioni su come organizzare una equipe i cui membri siano capaci di garantire al bambino empatia e capacità di accoglienza.
Infine, ho inserito una lista di indicazioni pratiche utili alla gestione delle difficoltà relative a ciascuno stadio dello sviluppo, risultato di un intenso lavoro scientifico.

Spero che tu abbia fortuna nell’affrontare la sfida comune: stabilire un contatto con bambini che hanno problemi di contatto.
Mi auguro che questo libro possa esserti utile.

Distinti saluti,
Niels Peter Rygaard


Powered by WebRing.